Al sabato vado sempre a Pilates, salvo imprevisti ovviamente. Ieri, una signora che non vedevo da un po’ di tempo, mi avvicina e mi racconta quello che le è successo, perché non è potuta venire nell’ultimo mese.

Esordisce il suo racconto dicendo che è troppo magra. A me non sembra, effettivamente non è grassa, ma prima di lei non avevo mai sentito nessuno lamentarsi della propria magrezza, di solito è il contrario, ci si lamenta perché si è troppo grassi.

Poi comincia a spiegarmi il suo problema. A causa della sua magrezza, le ossa forano la pelle ed escono. Il coccige le si è appena cicatrizzato e ha patito un male infernale. Resto senza parole, poi inizia la lezione e smette di raccontarmi.

Comincio a riflettere sui miei due chili in più, sul fatto che volevo farmi una seduta di criolipolisi e sul fatto che non mi piace il mio corpo un po’ rotondo. Poi penso a questa signora, al suo problema, e mi dico che mi terrò i miei due chili in più. Così inizio a fare delle ricerche sui benefici di avere un po’ di grasso in più, e quindi trovare una giustificazione al mantenimento dei miei due chili (devo pur trovare un motivo scientificamente valido per non perdere questi due chili, no?)

Innanzitutto bisogna conoscere il proprio BMI, Body Mass Index o indice di massa corporea, e il mio va bene, sono normopeso.

Una volta stabilito che non sono sovrappeso, vado avanti nella ricerca per vedere i danni che può causare un’eccessiva magrezza.

Innanzitutto, il tessuto adiposo svolge funzioni importanti, compresa la produzione di sostanze ormonali, come la leptina (l’ormone della sazietà), che ha un ruolo, tra l’altro, nella regolazione del bilancio energetico e della fertilità. La riduzione del tessuto adiposo sotto il 20% nelle donne può portare ad esempio irregolarità mestruali.

Ora vediamo altri rischi associati ad un’eccessiva magrezza:

  1. Menopausa precoce. È stato riscontrato che essere eccessivamente sottopeso può essere un fattore che incide sull’insorgenza di una menopausa precoce.
  2. Osteoporosi. Anche le ossa possono essere compromesse. Soprattutto gli anziani possono incorrere nella fragilità delle ossa. Una certa percentuale di massa grassa, o ancora meglio di massa muscolare, può fungere da protezione alle ossa, tenendole al riparo da eventuali fratture.
  3. Un apporto alimentare insufficiente fa sì che l’organismo inneschi una situazione di “risparmio” con diverse conseguenze ormonali come la riduzione dell’ormone della crescita, oppure l’aumento della glicemia perché si riduce l’insulina.
  4. Forza muscolare. Riduzione della forza muscolare, debolezza, anemia.
  5. Infezioni. Il sottopeso è associato anche ad un aumento delle infezioni a causa dell’abbassamento delle difese immunitarie.

Attenzione che non ti sto dicendo che devi ingrassare smisuratamente fino a diventare obesa, perché allora avresti altri problemi, innanzitutto quello cardio-vascolare, ma che non devi dimagrire eccessivamente.

Calcola il tuo BMI e cerca di mantenerlo nel tempo mangiando in modo sano e regolare, non dimenticando che fare esercizio fisico in giusta misura è altrettanto importante.

Queste sono le cose migliori che tu possa fare per te stessa.